Nov 142019
 

La Federazione Speleologica Toscana bandisce un concorso per l’assegnazione del premio di laurea dedicato a RODOLFO GIANNOTTI.

L’importo complessivo dei premi di laurea che saranno erogati ammonta ad euro 800,00.

Possono presentare domanda di partecipazione al concorso i laureati presso tutte le Università del territorio nazionale in possesso di laurea di primo livello o magistrale di qualsiasi corso che abbiano svolto una tesi di laurea inerente la ricerca sul territorio carsico e/o ipogeo della regione Toscana e abbiano conseguito il titolo di studio dal 1 ottobre 2017 al 31 dicembre 2019.

Il concorso si propone di incentivare la ricerca scientifica collegata al mondo ipogeo, contribuire alla protezione, valorizzazione e tutela del paesaggio carsico di superficie e delle grotte, favorire gli studi di prospezione idrogeologica e protezione delle risorse idriche del sottosuolo ipogeo (con particolare attenzione all’approvvigionamento idrico degli abitati) e sostenere gli studi sul patrimonio paleontologico, paletnologico e storico o inerenti il folklore.

È prevista l’assegnazione di 2 premi ripartiti in due categorie:

 Un premio di € 300,00, per il migliore candidato che abbia conseguito la Laurea di Primo Livello;

Un premio di € 500,00, per il migliore candidato che abbia conseguito la Laurea Magistrale (sia in unico che doppio ciclo).

Il premio in denaro, si intende al lordo degli adempimenti di legge, che gravano sul beneficiario. In aggiunta al premio in denaro ciascun vincitore avrà la possibilità di partecipare gratuitamente ad un corso di speleologia organizzato entro l’anno successivo da uno dei gruppi federati FST.

Nello spirito di valorizzare la crescita professionale ed umana dei candidati, il premio sarà assegnato a laureati e laureate che abbiamo dimostrato qualità di innovazione nella tesi di laurea ed eccellenza nel percorso di studi compiuto. Il concorso è indetto dalla Federazione Speleologica Toscana (FST) che potrà avvalersi di una commissione di esperti del settore.

Federazione Speleologica Toscana
IL PRESIDENTE Marco Innocenzi

Scarica qui il bando completo

Giu 232019
 

Levigliani, 6-7 Luglio 2019

La Federazione Speleologica Toscana organizza, per il 6-7 Luglio 2019, un corso di Meteorologia Ipogea.

Descrizione del corso

La possibilità di tracciare con anidride carbonica i flussi di aria in grotta è molto interessante, in quanto permette di effettuare misure quantitative con tenui costi e strumentazioni alla portata di ogni gruppo speleologico (G.D.Cella, 2016).

Informazioni tecniche e logistiche:

Il corso è aperto a tutti gli speleologi che abbiano già frequentato un corso di Introduzione alla Speleologia.

Il corso è valido come Aggiornamento per i Qualificati Sezionali di Speleologia CAI.

La sede logistica sarà presso l’albergo Vallechiara a Levigliani (LU). 

Programma 

Sabato 6 luglio

  • 8:30 Registrazione dei partecipanti
  • 8.45 Introduzione
  • 9.15 Temperatura, Pressione, Umidità 
  • 10.30 Arie di grotta 
  • 12.00 Misurare i parametri meteoipo 
  • 13.15 Pranzo
  • 14.30 Traccianti aerei 
  • 15.30 Tecniche di tracciamento 
  • 16.30 Meteotopografia 
  • 17.30 Preparazione captori e strumentazione. Spostamento.
  • 18.30 Test di tracciamento
  • 20.15 Cena.

Domenica 7 luglio

  • 8.00 Spostamento.
  • 8.30 Recupero rilevatori. Spostamento
  • 9.30 Metodi di analisi dei traccianti
  • 10.30 Misura delle dimensioni di una grotta con metodi meteoipo
  • 11.30 Tools per l’analisi dei dati
  • 13.00 Pranzo
  • 14.30 Verifica captori, curiosità, domande…
  • 16.00 fine corso

Direttore del corso CAI: INS Andrea Russino

Relatori del corso: IS Gian Domenico Cella e Maurizio Miragoli

Modalità di iscrizione

L’iscrizione al corso deve essereeffettuata inviando entro e non oltre il 2 Luglio a info@speleotoscana.it presentando la seguente documentazione:

  • Domanda di iscrizione su apposito modello firmata
  • Prova di pagamento

Le domande incomplete o arrivate dopo i termini stabiliti non verranno prese in considerazione o al raggiungimento del numero massimo ammissibile.

Quota massima partecipanti: 20 persone

Attrezzature ed abbigliamento 

  • Termometro personale di qualunque tipo, meglio al decimo di grado (costo meno di 10€)
  • Una penna ed un taccuino da rilievo in grotta
  • Materiale di progressione per grotte orizzontali

_______________________________________________________________________________

Per ulteriori informazioni sul corso:

FEDERAZIONE SPELEOLOGICA TOSCANA

E-mail: info@speleotoscana.it

OTTO TOSCANA

E-mail: ottospeleo.toscana@sns-cai.it

  •  23 Giugno 2019
  •  Posted by at 23:23
  •   Commenti disabilitati su METEO IPO – Corso di Meteorologia Ipogea
  •   Senza categoria
Gen 172019
 

Relazione uscita

Ci troviamo alle 9:00 a Levigliani con i ragazzi del GSAV, Barbara e io e, dopo una “colazione da montanari” e l’ennesimo caffè, ci dirigiamo verso il 19°. Poco dopo essere entrati giungono notizie riguardanti una serie di imprevisti da parte del secondo gruppo che sarebbe dovuto entrare poco dopo.

Arrivati al vecchio Campo Base dei piemontesi ci dividiamo.
Alessio e Linda prendono la diramazione in basso a sinistra dal vecchio campo che va verso l’ingresso del Cacciatore, con Antonio e Cristian che seguono facendo il rilievo. Scendono di una ventina di metri di quota, trovando una strettoia dove perdono qualche minuto per migliorare il passaggio, giungono poi su un bivio dove dalla diramazione sinistra ritornano verso il nodo OM mentre a destra proseguono lungo la forra principale.

Continue reading »
Set 272018
 

di Mario Cecchi

Dal Saragato a Mani Pulite passando per il Gigi Squisio.

Pozzo dell’Ovo

Vabbè, si sapeva perché ce l’ha scritto sopra, ma ora si sa perché ci siamo andati.

Tutti.

Viene lungo dire tutte le cose che stanno sotto, sopra e tutto intorno a questa giunzione tra Mani Pulite e Gigi Squisio che è già collegato con il Saragato. Le ultime dall’estate sono che a Mani Pulite si torna a vedere in cima alle risalite del “ramo senza imbraco” (…tutto il controsenso che sembra…).

Per arrivarci si segue l’aria, tanta.  Ma in testa alle risalite inverte: c’è meandro con aria in faccia, tanta.

Perciò è possibile scegliere: prendere dietro all’aria (tanta, tanta)  verso lo Squisio che è lì sopra, oppure andare a vedere il meandro da dove arriva una parte del flusso.

Esattamente come venti anni fa, quando la caccia era alla giunzione tra Saragato-Aria Ghiaccia, l’inversione viene ignorata e si preferisce seguire la gran forra verso il basso. E’ estate… vuol dire che scendiamo verso un ingresso alto…

Traverso sul 180

Però siccome, come diceva il “buon” Adiodati – pazzi si, ma mica grulli -, durante il campo di Agosto viene fatto un tracciamento dell’aria con il mercaptano rilasciato a Mani Pulite. Se giunzione ha da essere la si vuole fare insieme a tutti!

Allo Squisio l’odore è nettissimo ma capire con esattezza da dove arrivi non è semplice.

Il resto è storia di questo fine settimana. E’ un dispiegamento di forze stupendo. Due gruppi: uno a Mani pulite e uno allo Squisio (entrando dallo Spluto).

Ci diamo un nuovo appuntamento con l’odorizzante. E’ per le 13,30.

A Mani Pulite sono puntuali e diffondono il mercaptano all’orario stabilito. Allo Squisio ci sono quattro gruppi sparpagliati su pozzi e finestre muniti di radio. Lo sentono alle 14,40.

Pozzo dell’Ovo

A mani Pulite, intanto, avanzano lungo un ramo senza alternative risalendo un venticinque e poi un sessanta, delicati. Finito il materiale, e non senza aver pensato di salire l’ultimo saltino di 5 metri in libera, decidono che ne hanno abbastanza ma soprattutto pensano di essere troppo alti rispetto al conosciuto dello Squisio e tornano mestamente al campo, che comunque non è proprio vicinissimo.

… E’ mezzanotte e un quarto.

Contemporaneamente allo Squisio viene risolto il nodo dell’aria che una volta ritrovata è veramente furibonda e soprattutto distintamente odorizzata. Il morale va alle stelle anche se la via risale,  il che significa allontanarsi.

Poi a un certo punto comincia la passeggiata in galleria fino a un saltino. Sarà 5 metri. Sotto c’è un ambiente grande, una sala e poi la testa di un pozzo e lì una corda, che è inconfondibile.

…E’ mezzanotte e quarantacinque.

A nome e in rappresentanza di tutti:

Mario Cecchi.

Ramo “Quello che torna indietro”

Tirolese

Tirolese

Ramo “Quello che torna indietro”

Ago 262018
 

Livorno 04/07/2018

Prot n° 22/LT/2018-U

Oggetto: BANDO DI CONCORSO per premi di Laurea “RODOLFO GIANNOTTI” 4° edizione anno 2018

La Federazione Speleologica Toscana bandisce un concorso per l’assegnazione del premio di laurea dedicato a “RODOLFO GIANNOTTI”. L’importo complessivo dei premi di laurea che saranno erogati ammonta ad euro 800,00. Possono presentare domanda di partecipazione al concorso i laureati presso tutte le Università del territorio nazionale in possesso di laurea di primo livello o magistrale di qualsiasi corso che abbiano svolto una tesi di laurea inerente la ricerca sul territorio carsico e/o ipogeo della regione Toscana e abbiano conseguito il titolo di studio dal 1 ottobre 2017 al 30 settembre 2018.

Il concorso si propone di incentivare la ricerca scientifica collegata al mondo ipogeo, contribuire alla protezione, valorizzazione e tutela del paesaggio carsico di superficie e delle grotte, favorire gli studi di prospezione idrogeologica e protezione delle risorse idriche del sottosuolo ipogeo (con particolare attenzione all’approvvigionamento idrico degli abitati) e sostenere gli studi sul patrimonio paleontologico, paletnologico e storico o inerenti il folklore.

È prevista l’assegnazione di 2 premi ripartiti in due categorie:

− Un premio di € 300,00, per il migliore candidato che abbia conseguito la Laurea di Primo Livello;

− Un premio di € 500,00, per il migliore candidato che abbia conseguito la Laurea Magistrale (sia in unico che doppio ciclo).

Il premio in denaro, si intende al lordo degli adempimenti di legge, che gravano sul beneficiario.

In aggiunta al premio in denaro ciascun vincitore avrà la possibilità di partecipare gratuitamente ad un corso di speleologia organizzato entro l’anno successivo da uno dei gruppi federati FST.

Nello spirito di valorizzare la crescita professionale ed umana dei candidati, il premio sarà assegnato a laureati e laureate che abbiamo dimostrato qualità di innovazione nella tesi di laurea ed eccellenza nel percorso di studi compiuto.

Il concorso è indetto dalla Federazione Speleologica Toscana (FST) che potrà avvalersi di una commissione di esperti del settore.

Il Presidente

Marco INNOCENZI

E’ possibile scaricare il bando ed il regolamento completi a questo link

 

 

  •  26 Agosto 2018
  •  Posted by at 22:18
  •   Commenti disabilitati su BANDO DI CONCORSO per premi di laurea “Rodolfo Giannotti” 4° edizione
  •   Bandi