Apr 042018
 

Ebbene sì, la Federazione Speleologica Toscana ha compiuto 50 anni! Per festeggiare l’evento e celebrare l’anniversario della fondazione, avvenuta il 14 Maggio 1967, stiamo organizzando un evento di due giorni che si svolgerà a Cardoso di Stazzema (LU) il 19 e 20 maggio 2018.

“50 anni… in umido”

19-20 Maggio 2018

Cardoso di Stazzema

1967-2017

50+1

anni di Speleologia Toscana da festeggiare (con tempi speleo) tutti assieme in una due giorni ricca di appuntamenti, condivisione e divertimento alle sorgenti dell’Antro del Corchia!

Locandina Cinquantennale FST

 

Pieghevole Cinquantennale FST

Scarica la locandina

Scarica il pieghevole

 

Durante la due giorni saranno esposte le foto del concorso fotografico “Chi siamo, come eravamo.. scatti dal buio toscano”, al quale tutti sono invitati a partecipare e contribuire.

 

Come poteva mancare la maglietta ufficiale dell’evento? Verra` distribuita ad ogni partecipante alla festa contestualmente all’iscrizione.

Come sara` questa maglietta? Noi lo chiediamo a voi!!!

Creativi speleologi siete caldamente invitati a proporci il vostro disegno per la maglietta ufficiale di “50 anni… in umido”!

 

 

 

 

Mar 292018
 

Pubblichiamo di seguito i link agli atti del convegno “Le risorse idriche delle aree carsiche Toscane” svoltosi a Marina di Massa il 24 Marzo 2018. Un grazie agli autori per aver consentito la pubblicazione sul sito FST.

Acquiferi carsici della Toscana – L. Piccini

Le acque carsiche delle Alpi Apuane, circolazione e vulnerabilità – I. Baneschi, M. Doveri, M. Menichini

Inquinamento delle Acque Carsiche, l’esperienza all’Antro del Corchia – F.Mantelli

Il metodo IQM, Indice di Qualità Morfologica – G.Nassini

Responsabilità e aspetti giuridici – Captazione delle sorgenti e problemi ambientali relativi. – S.Deliperi

Metodologie di indagine e di analisi nello studio delle aree di alimentazione delle sorgenti carsiche – Il ruolo della Speleologia – G.Mariannelli

Monitoraggio delle acque superficiali e sotterranee. L’esperienza di ARPAT nell’ambito del Progetto Speciale CAVE – L.Lotti, G. Nassini, S. Stochino 

Monitoraggio Biologico, Progetto Speciale Cave – S.Stochino

Il Piano di Tutela delle Acque della Toscana – A. Pei

Mar 112018
 

La TAM-CAI, la Società Speleologica Italiana, la Federazione Speleologica Toscana, in collaborazione con il GrIG, nell’ambito delle iniziative legate alla Giornata Mondiale dell’Acqua, organizzano il convegno:

Le risorse idriche delle aree carsiche Toscane

un bene prezioso da salvaguardare

Il Convegno si svolgerà al “Centro Frassati”, via Don Sturzo 7, Marina di Massa, il 24 Marzo 2018 dalle ore 9:00 in poi.

Il Convegno, di carattere scientifico e culturale, è rivolto a cittadini ed amministratori pubblici con il fine di migliorare la conoscenza scientifica ed obbiettiva del patrimonio idro-carsico dell’area Apuana.

INGRESSO GRATUITO

 

Programma:

  • 09:00 Registrazione partecipanti
  • 09:30 Presentazione del Convegno (G.Ledda)
  • 09:45 Saluti
  • 10:00 Introduzione (F. Fratoni – Assessore Ambiente e difesa del suolo Regione Toscana)
  • 10:15 Gli acquiferi carsici della Toscana (L.Piccini – Dipartimento di Scienze della Terra – Università di Firenze)
  • 11:00 Piano di tutela delle acque della Regione Toscana (M. Masi – Regione Toscana)
  • 11:30 Pausa caffè
  • 11:45 Monitoraggio delle acque superficiali e sotterranee: l’esperienza di Arpat nell’ambito del Progetto Speciale Cave approvato dalla Regione Toscana con Delibera di Giunta n. 945 del 27/09/2016 (L.Lotti, G. Nassini, S.Stochino – ARPAT Massa)
  • 12:30 Pausa pranzo
  • 14:00 Le acque carsiche delle Alpi Apuane: circolazione e vulnerabilità (I. Baneschi – Istituto di Geoscienze e Georisorse – CNR Pisa)
  • 14:30 Individuazione delle aree di alimentazione delle sorgenti carsiche; metodologie di indagine e di analisi e ruolo della Speleologia (G. Mariannelli – Federazione Speleologica Toscana)
  • 15:15 Inquinamento delle acque carsiche: l’esperienza dell’Antro del Corchia (F. Mantelli – Comitato Scientifico Toscano CAI)
  • 15:45 Responsabilità ed aspetti giuridici – Captazione delle sorgenti e problemi ambientali relativi (S. Deliperi – Gruppo d’Intervento Giuridico – Onlus)
  • 16:15 Conclusioni a cura di L. Calzolari (Direttore di Montagne 360)

 

Gen 152018
 

Screenshot di CaveView – Mappa by Webmapp

Il rilievo è la naturale conseguenza della esplorazione di una grotta. Serve per attribuire alla grotta stessa dei parametri oggettivi e quantitativi ma soprattutto serve per comunicare, a chi non la conosce, un po’ di cosa essa sia. Il rilievo è quindi uno strumento fondamentale per descrivere la *singola* grotta.

Da tempo ormai i software per la topografia ipogea consentono di “restituire” in qualche modo il rilievo in formato 3D. Ma cosa si riuscirebbe a capire se si disegnasse, in tre dimensioni, non un singolo rilievo ma il rilievo complessivo di tutte le grotte di una certa area? E se esso fosse riferito alla mappa (anche geologica) del territorio?

Area Frigido. Mappa by Webmapp – Scarica il PDF

A queste domande ha cercato di rispondere Danilo Magnani del Gruppo Speleologico Archeologico Apuano. Ed il risultato del suo lavoro è a questa pagina, dove è visibile, in 3D, il rilievo di tutte (o quasi) le grotte le cui acque si pensa afferiscano al bacino di Renara e del Frigido, sulle Alpi Apuane. Danilo ha diviso tutta l’area in “zone” ed ha raggruppato i rilievi. Ha inoltre sovrapposto ai rilievi varie mappe: una escursionistica, una geologica ed, infine, la Cartografia Tecnica Regionale (la cartografia ufficiale del Catasto).

Come è facile immaginare il lavoro ha richiesto tempo e pazienza ma il risultato è straordinario. Si possono osservare gli sviluppi, confrontare le quote, ipotizzare prosecuzioni; in altre parole: aggiungere conoscenze, usando i dati già disponibili. Altra cosa straordinaria è che tutto il lavoro, grazie a un visualizzatore 3D (CaveView, disponibile da pochi mesi), è anche immediatamente fruibile dal web: basta aprire la pagina del sito FST (anche da smartphone) ed iniziare la “navigazione virtuale” (magari a tutto schermo) nel sottosuolo!

Pagina dei Rilievi 3D di FST