Nov 022023
 

Scroll down for english version

Presentazione aggiornamento Novembre 2023

La Federazione Speleologica Toscana ha il piacere di annunciare la pubblicazione di un nuovo aggiornamento del modello 3D delle grotte che si aprono sulle Alpi Apuane. Le commissioni Catasto ed Informatica della FST hanno fatto un ulteriore passo avanti per migliorare ed ampliare una risorsa straordinaria e suggestiva per gli speleologi e non solo.

Visione d’insieme del modello, global view of the model

Un modello virtuale esteso (link)

Il progetto si basa sui dati dei rilievi presenti nel Catasto Grotte di FST. Alla sezione centro-settentrionale della mappa, già disponibile da alcuni mesi sul sito della FST, sono stati aggiunte le cavità della sezione centro-meridionale fino al fiume Serchio. In particolare l’inclusione del complesso Corchia-Farolfi-Fighierà amplia notevolmente la portata del modello, consentendo una visione completa e dettagliata della vasta rete sotterranea apuana.

Varie cartografie disponibili

I dati delle grotte sono integrati col modello DTM della superficie terrestre e con varie cartografie. In particolare si può scegliere tra:

  1. CTR (Carta Tecnica Regionale Bianco/Nero e Colore): Strumento utile per lo studio dei dettagli topografici e la pianificazione delle spedizioni speleologiche.
  2. Geologica: Carta più tecnica che fornisce informazioni dettagliate sulla geologia delle aree in cui insistono le cavità Apuane.
  3. OFC (Orto Foto Carte RT 20cm 2021): Una visualizzazione “vera” delle Apuane e delle grotte al loro interno.
  4. OSM (Open Street Map): Mappa che fornisce una visione generale delle Alpi Apuane con le strade ed i sentieri, aiutando gli utenti a localizzare accuratamente la posizione delle grotte.

Il modello 3D delle Grotte Apuane è un esempio di come la tecnologia e la speleologia possano convergere per migliorare la nostra comprensione del mondo ipogeo ed offre una risorsa preziosa per la pianificazione delle spedizioni speleologiche e la conoscenza dettagliata delle grotte. Esso, tuttavia, non è solo uno strumento per gli speleologi ma può essere utilizzato da geologi, escursionisti, appassionati di natura e studiosi di scienze della terra per scoprire l’ambiente unico delle Grotte Apuane. Per la sua complessità e per la notevole quantità di dati il modello è tanto affascinante quanto difficile da gestire, per questo sono allo studio nuovi strumenti per rendere la sua fruizione più accessibile e versatile.In conclusione, il modello 3D delle Grotte Apuane di FST è un modo innovativo per presentare la struttura dell’ambiente ipogeo e per facilitare la comprensione della sua complessità; le cartografie dettagliate, poi, offrono un’opportunità senza precedenti di esplorare virtualmente questo ambiente sotterraneo unico e bellissimo.

Un ringraziamento speciale da parte del Comitato Federale e di tutta la spelelogia toscana per questo immenso lavoro va a Danilo Magnani e Marco Menchise per l’impagabile servizio svolto, ed assieme a loro a tutti gli speleologi e le speleologhe che negli anni hanno accuratamente effettuato tutti i rilievi.

English Translation by ChatGPT

November 2023 Update Presentation

The Speleological Federation of Tuscany is pleased to announce the release of a new update to the 3D model of the caves in the Apuan Alps. The Cartography and IT commissions of FST have taken a further step to enhance and expand this extraordinary and captivating resource for speleologists and more.

Dettaglio del complesso del Monte Corchia, detail of the Monte Corchia complex

An expanded virtual model (link)

The project is based on survey data from the FST Cave Registry. The central-northern section of the map, which has been available on the FST website for several months, has now been expanded to include the cavities of the central-southern section up to the Serchio River. In particular, the inclusion of the Corchia-Farolfi-Fighierà complex significantly broadens the scope of the model, allowing for a comprehensive and detailed view of the extensive Apuan underground network.

Various Maps Available

Cave data is integrated with the Digital Terrain Model (DTM) of the Earth’s surface and various maps. In particular, you can choose between:

  1. CTR (Regional Technical Map Black/White and Color): Useful for studying topographic details and planning speleological expeditions.
  2. Geological: A more technical map providing detailed information about the geology of the areas where the Apuan caves are located.
  3. OFC (Ortho Photo Maps RT 20cm 2021): A “true” visualization of the Apuan Alps and the caves within them.
  4. OSM (Open Street Map): A map that provides a general overview of the Apuan Alps with roads and trails, helping users accurately locate the caves.

The 3D model of the Apuan Caves is an example of how technology and speleology can converge to improve our understanding of the underground world. It offers a valuable resource for planning speleological expeditions and gaining a detailed knowledge of the caves. However, it is not just a tool for speleologists but can be used by geologists, hikers, nature enthusiasts, and earth scientists to explore the unique environment of the Apuan Caves. Due to its complexity and the substantial amount of data, there are ongoing efforts to make it more accessible and versatile for users.In conclusion, the FST’s 3D model of the Apuan Caves is an innovative way to present the structure of the underground environment and facilitate an understanding of its complexity. The detailed maps, moreover, offer an unprecedented opportunity to virtually explore this unique and beautiful underground environment.

A special thanks from the Federal Committee and all of Tuscan speleology goes to Danilo Magnani and Marco Menchise for their invaluable service, and along with them, to all the speleologists who have diligently conducted all the surveys over the years.

Seguici per rimanere aggiornato sulle attività federali:
Follow us to stay updated on federal activities.

Giu 242022
 

Recentemente la Federazione Speleologica Toscana ha allestito una esposizione di pannelli informativi sulle attività federali e sulla speleologia toscana, già allestita in occasione dello scorso raduno SpeleoKamaraton a Marina di Camerota e durante il recente Congresso Nazionale ad Ormea, adesso ci sarà la possibilità di poter vedere la mostra per un periodo decisamente più lungo ma soprattutto anche per un pubblico di non addetti ai lavori.

Foto M. Faverjon

La mostra sarà inaugurata nella sala Musmed domenica 3 Luglio alle ore 17.00 e resterà allestita fino a Sabato 10 Settembre accessibile da tutti i visitatori del Museo, con ingresso libero.

L’esposizione si articola in 9 sezioni:

  1. Sezione storia
  2. Sezione volontariato
  3. Sezione scientifica
  4. Progetto ToscoBat
  5. Sezione cavità artificiali
  6. Progetto ORCO
  7. Sezione esplorazione
  8. Sezione soccorso speleologico
  9. Sezione tutela ambientale
Giu 302021
 

La Federazione Speleologica Toscana promuove un incontro, che avrà luogo Lunedì 5 luglio 2021 h 21.30 tramite piattaforma Meet, per presentare il Nuovo Catasto Grotte Online disponibile sul sito www.speleotoscana.it.

La presentazione è rivolta principalmente ad Amministrazioni pubbliche, Enti ed Associazioni che si occupano di tematiche ambientali ma è anche aperta a chiunque voglia conoscere le novità del Catasto Grotte online.

Saranno illustrate le caratteristiche, la nuova veste grafica e le nuove funzionalità disponibili per gli utenti.

Per partecipare si prega di compilare il seguente form:

https://forms.gle/C8oDMM32BpnyVoK76

Link per accedere:

https://meet.google.com/cpx-bijy-ett

Per partecipare telefonicamente, componi

+39 02 3046 1863

e digitare il PIN:

367 793 990#

Giu 212021
 

È finalmente terminata l’opera di aggiornamento dall’archivio online di Talp con la digitalizzazione degli ultimi numeri mancanti ma soprattutto la riorganizzazione di quelli già presenti per renderli più fruibili.

Si può dichiarare concluso il progetto, iniziato molti anni orsono, di mettere disponibili e liberamente scaricabili online sul sito FST tutti i numeri di Talp dal 1 al 50.
Adesso dal menu principale, cliccando sulla voce “Talp”, è possibile accedere all’archivio, che, per ogni numero, contiene una pagina col sommario e la foto di copertina. In fondo alla pagina, un ulteriore link consente di accedere alle scansioni in formato PDF del numero in questione.
E’ inoltre disponibile una funzione di ricerca: dalla pagina “Ricerche in archivio Talp”, sempre raggiungibile dal menu principale, è possibile cercare una o più parole chiave dentro i singoli numeri.

Se qualcuno vuole fare qualche segnalazione su cose da correggere e/o integrare può scrivere a​ admin@speleotoscana.it o a comunicazione@speleotoscana.it.

Un progetto che ha richiesto (non pochi) anni e che si era bloccato più volte per vari motivi. Adesso, grazie alla collaborazione di un po’ di volenterosi, è stato portato finalmente a termine.
Un ringraziamento va quindi a quanti hanno collaborato, in particolare:

A Danilo Magnani per il prezioso ed indispensabile contributo che ha dato e che continua a dare sia in questo progetto che in altri.
Ad Alessandro Biagi per aver inserito, a tempo di record, buona parte dei sommari. Grazie mille Alessandro!
A Gionni Bernabini che ha collaborato al progetto fin dall’inizio e si è occupato (all’epoca) di scansionare svariati numeri ed inserire i dati nel vecchio sistema ed in seguito di integrare, controllare e completare i numeri mancanti.
Ad Antonio Del Magro che ha scansionato un bel po’ di numeri.

Ai componenti delle varie Commissioni Editoriale che si sono succeduti negli anni, in particolare Lucia Montomoli e Luca Deravignone per aver dato l’incipit al progetto e fornito quasi tutto il materiale.
A tutti coloro che hanno ideato, partecipato e fatto partire il progetto, ormai alcuni anni fa.
Se abbiamo dimenticato qualcuno… ci perdonerete!

Mag 012020
 

È stato aggiornato il rilievo 3D delle grotte Apuane. Grazie al titanico lavoro che da anni porta avanti Danilo Magnani del GSAA con la Commissione informatica, con gli ulteriori 30 Km aggiunti, si è superata la soglia dei 200 Km per un totale di 763 ingressi accatastati.

Ecco il Link per il RILIEVO 3D

Ora sarà possibile visualizzare, oltre alla zona dalle Apuane settentrionali con l’aggiunta del complesso di Cobardine – Le Fate, anche la zona Altissimo – Ronchi con gli abissi del canale Fondone e l’abisso Franco Milazzo.

Ma soprattutto è stato aggiunto un ulteriore layer cartografico, ad oggi è infatti possibile visualizzare il modello con le seguenti cartografie:

1. Carta Tecnica Regionale (CTR) in bianco e nero
2. CTR a colori
3. Webmapp
4. Carta geologica
5. Orto Foto Carte (OFC)

Il lavoro della Commissione informatica è ancora lungo, per raggiungere l’obiettivo di rendere disponibili online i rilievi di tutte le Apuane servirà la collaborazione di tutti, sono ASSAI graditi aggiornamenti di rilievi, meglio se con le poligonali in formato numerico, così da poter di volta in volta aggiungere pezzi. Ci teniamo a sottolineare che i dati prima o poi, speriamo prima che poi verrano in qualche modo resi pubblici.

Vai alla barra degli strumenti