Nov 112020
 

Facendo seguito alla richiesta di Gianni Ledda, con il presente comunicato questo CF intende mettere DEFINITIVAMENTE la parola fine alla questione “Museo del Comunello di Levigliani”.

(foto Google)

Questione ultimamente tornata alla ribalta in maniera tanto reiterata, quanto immotivata, in quanto già si riteneva conclusa con la votazione effettuata dai rappresentanti dei Gruppi federati in occasione dell’assemblea ordinaria del 13 aprile 2016 (verbale allegato consultabile qui e successivamente ribadito durante l’assemblea straordinaria del 17 marzo 2017, allegato consultabile qui), nella quale a maggioranza veniva respinta la mozione che la Federazione Speleologica Toscana proseguisse nella partecipazione con il Comunello di Levigliani al progetto del “Museo della speleologia”. Tale decisione è stata successivamente comunicata anche al presidente della SSI Vincenzo Martimucci, allorché venuti a conoscenza dell’intenzione della stessa SSI di subentrare nell’organizzazione del museo.

Dichiarare che la decisione dei Gruppi federati comprenda un’intrinseca contrarietà di FST alla realizzazione di un museo da parte di chiunque, sia esso un gruppo speleo, un ente o qualsiasi altro soggetto, non è corretto, in quanto gli stessi Gruppi federati hanno deciso che la Federazione a tale progetto non avrebbe dovuto partecipare, non certamente impedirne la realizzazione da parte di altri. Ecco perché la Federazione non può esprimere pareri contrari o favorevoli, tanto meno ostacolare o vietare la realizzazione del progetto, non si capisce poi a quale titolo.

Pertanto, questo CF ritiene che ogni ulteriore richiesta di esprimere parere contrario al progetto elaborato dalla SSI per il museo di Levigliani, come pure la richiesta alla stessa SSI di sottoporre il proprio progetto ad una qualsivoglia forma di parere e/o autorizzazione da parte della Federazione, risultino essere prive di ogni legittimità.

Per concludere, nell’esclusivo interesse della speleologia toscana e per un auspicabile ritorno ad un clima di sereno confronto dialettico, riteniamo la questione “museo di Levigliani” definitivamente chiusa in qualsiasi ambito.
In ogni caso questo CF non potrà più tollerare ogni altra azione volta all’utilizzo strumentale della Federazione per evidenti questioni di avversità personale, nei confronti di progetti di qualsiasi natura e provenienza.

Il Consiglio Federale