Archivio dell'autore

Una storia per caso

Written by Lucia. Posted in Attualità e Cronaca

di Mario Cecchi Unione Speleologica Pratese

Prefazione

La storia che vi racconterò, ha come tutte le storie un inizio ma, a differenza di altre, questa lascia molte delle sue pagine ancora bianche, disponibili per un finale che per ora appare lontano dall’essere raggiunto.Il Gigi-Squisio ha talmente tanti non-traguardi lasciati nel limbo che forse essi sono di poco inferiori solo al numero delle uscite che gli abbiamo dedicato in anni di esplorazioni lasciate incompiute. Non perché vi siano stati impedimenti morfologici o di altra natura, ma perché lo Squisio è un ristorante con talmente tanti piatti da assaggiare che riesce difficile terminare una portata senza che la curiosità di assaggiare quello che il menù propone di nuovo lasci finire quello che abbiamo nel piatto.

La scoperta del nuovo ingresso adesso fa si che si possa arrivare in una di quelle tante zone lasciate ad aspettare. Uno di quei piatti rimasti in attesa di continuare a gustarne il sapore finale, ma questa essendo (per molti di noi) lontana da altre mete più raggiungibili e altrettanto invitanti, è stata lasciata a freddare rimandandone l’epilogo per quei famosi periodi di vacche magre ciclicamente comuni nelle varie realtà speleologiche. Visto che (per fortuna) di queste vacche, noi un senè ma’viste, negli anni è successo che buttandosi sempre su nuove portate e finendone pochissime, siano aumentati anche i piatti lasciati a freddare con la conseguente crescita

4 novembre 1966, una testimonianza del Gruppo Speleologico Maremmano di allora

Written by Lucia. Posted in Correva l'anno

la redazione di Talponline

Il giorno del 4 novembre del 1966 è strettamente legato all’alluvione che colpì la città di Firenze. Ma in realtà l’autunno di quell’anno fu particolarmente severo per diverse aree del territorio nazionale, con piogge persistenti che, iniziate fin dal mese di ottobre, raggiunsero l’apice fra il 3 e il 4 del mese di novembre. Le regioni più colpite furono quelle del Nord-Est e del Centro Italia: Trentino-Alto Adige, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Toscana, e più marginalmente Emilia-Romagna e Umbria. I danni più rilevanti si ebbero tuttavia nella regione Toscana, dove il fiume Ombrone inondò il grossetano causando migliaia di sfollati e nel bacino del fiume Arno, in sole 24 ore, caddero oltre 200 mm di pioggia, che causarono il disastro ben noto legato a Firenze. Numerosi corsi d’acqua andarono in piena o esondarono, la viabilità venne in più punti interrotta da frane. Nella regione si contarono 47 morti, centinaia di feriti e 46.000 tra sfollati e senzatetto.

Dalle pagine degli Atti della Società Naturalistica del Gruppo Speleologico Maremmano, curato da G. Guerrini dell’anno 1967, giunge fino a noi una pagina di diario vissuta il giorno 4 novembre 1966 da alcuni speleologi del GSM nella città di Grosseto.

 

Le Rocce del Gusto

Written by Lucia. Posted in Attualità e Cronaca

la redazione di Talponline

Dopo la bellissima giornata del 2 di luglio, la FST è di nuovo a presentarvi una iniziativa di “insolita” speleologia.
Ma si sà, per uno speleologo l’incognito è più affascinante di un pentolo d’oro, e noi stiamo sperimentando vie nuove di divulgazione della speleolgoia senza remore o preclusioni.
Ecco qui questo nuovo appuntamento, molto particolare, soprattutto per il luogo in cui si svolgerà:

Venerdì 26 agosto 2016 ore 14,30-17,00 incontro all’interno della Casa Circondariale dal titolo Le rocce del Gusto.

Questo evento è organizzato da FST, Slow Food Monteregio e vede anche la collaborazione del Gruppo Speleologico Massa Marittima.
Si svolgerà all’interno del consueto appuntamento mensile di Slow Food,  che ormai da più di dieci anni si tiene in carcere a Massa Marittima, progetto che prese e tuttora porta il nome di Gusto e Libertà.
In sinergia con quanto FST, in via sperimentale, sta portando avanti dal mese di febbraio all’interno dell’Istituto Penitenziario di Massa Marittima (una serie di incontri teorici e laboratori che divulgano la speleologia) abbiamo deciso di fondere inseme un evento che parlasse di GUSTO e SPELEOLOGIA.
Verranno presentati prodotti alimentari, in questo caso vino e olio, e il collegamento con la speleologia sta nel fatto che parleremo di come il gusto del prodotto cambia a secondo del terreno in cui cresce, nello specifico in un terreno carsico.
Abbiamo campionato tre vini e due qualità di olio, coltivati nella zona di Massa Marittima, un vino e un olio coltivati sui calcari.
Ci saranno gli assaggi, ovviamente.
La locandina che vi alleghiamo, è inoltre stata realizzata da FST, l’insegnante di  pittura che tiene corsi di educazione artistica all’interno del carcere e tre detenuti. L’impianto e l’idea è stata soprattutto loro, e questo vuol dire che hanno ben seguito e capito che cosa è una grotta, successivamente abbiamo costruito graficamente la locandina, portando avanti un ottimo lavoro di squadra.
L’incontro è aperto, su invito, a tutti coloro che vogliano partecipare, l’unica cosa è che dovete mandarci entro il 19 agosto, i propri dati anagrafici (nome – cognome – luogo – data di nascita – residenza) procedura necessaria per poter accedere all’interno della Casa Circondariale.

Nuovo abisso in Apuane

Written by Lucia. Posted in Attualità e Cronaca

di Michele Pazzini

Nuovo abisso in Apuane

Lo scorso fine settimana, all’abisso Luigi Bombassei, durante la sesta punta della campagna di esplorazioni 2016, è stato intercettato un collettore con portata di circa 2l/s e le sue acque seguite fino ad un lago alla profondità di -892 metri.
Il risultato è il frutto di un intenso lavoro di oltre quattro anni, ricco di emozioni e soddisfazioni per i suoi esploratori. Speriamo di riuscire ora ad estendere il rilievo della grotta esplorando pozzi paralleli e finestre. Difficile sarà scendere ancora visto la prossimità con la quota delle sorgenti.

Diversamente Speleo: “speleologia senza confini”

Written by Lucia. Posted in Attualità e Cronaca

la redazione di Talponline

Portata a termine la bellissima giornata che ci ha visto tutti speleologi per un giorno, un giorno speciale che quest’anno in varie parti d’Italia, si è ripetuto più volte: Cappadocia, Oliero, Belagaio, Bossea… e la storia continua e continuerà ancora perchè così deve essere.

” una volta sognato un sogno non può finire nel nulla”

Adesso si che possiamo veramente dire BUONE GROTTE A TUTTI

www.diversamentespeleo.org

 

TG3 Toscana: copertina del TG e servizio al 10 minuto dedicato a Diversamente Speleo in Toscana:

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-e7b163c7-889f-435c-a610-0f48946aac3c.html#p=

Una bellissima testimonianza rilasciata da una specialespeleo che non vede, emozioni raccontate appena di ritorno a casa, la “sua” grotta direttamente dalla sua voce:

http://www.speleotoscana.it/3/wp-content/uploads/2016/07/marianna.ogg

Una piccola rassegna stampa online:

http://www.scintilena.com/category/appuntamenti/eventi/

http://www.scintilena.com/?s=diversamentespeleo

http://www.comune.roccastrada.gr.it/news/diversamentespeleo-a-roccastrada-per-una-visita-aperta-a-tutti-della-grotta-buca-del-belagaio-2-luglio

Talp 51 gennaio 2016: A piedi dalla Buca del Gallo alle Fonti di Bufalona

Written by Lucia. Posted in Talp online

Redazione della pagina online di Talp

Nell’articolo scritto a pag. 58 trovate un interessante Itinerario Speleologico che unisce il Borgo di Prata alla Città medievale di Massa Marittima, in provincia di Grosseto.

Sotto vi riportiamo alcune foto dell’itinerario e un video sui pozzi/cisterna che si trovano a Prata (GR), articolo pag. 18.

Buona lettura.

(n.d.r. Vi ricordiamo che il Talp n. 51 anche se datato 2016 è a conclusione della spedizione semestrale dell’anno 2015)

NB: Per chi volesse scaricare la traccia per la parte del percorso che da Prata porta alla Buca del Gallo e si ricollega fino al sentiero n 44 del CAI questo è il link  traccia anello Prata

Il paese di Prata, foto di L. Deravignone.

 

Fonte Canali, Prata, foto di L. Deravignone.

La Buca del Gallo, Prata, foto di L. Deravignone.

Miniere dello Zanca, foto di G. Dellavalle.

 

Fonte Vecchia, Prata, foto di G. Dellavalle.

Poggio Croce di Prata, foto di G. Dellavalle.

Premio di Laurea “RODOLFO GIANNOTTI” 2° EDIZIONE

Written by Lucia. Posted in Attualità e Cronaca

la redazione di Talp

Siamo orgogliosi di dare notizia che anche quest’anno sarà  bandito il concorso per l’assegnazione del Premio di Laurea “RODOLFO GIANNOTTI” 2° EDIZIONE.

Possono presentare domanda tutti i laureati che abbiano conseguito il titolo di studio dal 1 ottobre 2015 al 30 settembre 2016, presso tutte le Università del territorio nazionale, con studi finalizzati alla ricerca sul territorio carsico e/o ipogeo della regione Toscana. Il concorso vuole incentivare la ricerca scientifica collegata al mondo ipogeo e contribuire alla protezione, valorizzazione e tutela del paesaggio carsico di superficie e delle grotte, nonché agli studi di prospezione idrogeologica e protezione delle risorse idriche del sottosuolo ipogeo (con particolare attenzione all’approvvigionamento idrico degli abitati), studi sul patrimonio paleontologico, paletnologico e storico o inerenti il folklore.

Le domande dovranno pervenire per mezzo raccomandata al Presidente della Federazione Speleologica Toscana c/o Museo di Storia Naturale del Mediterraneo, Via Roma 234, 57127 Livorno, oppure tramite PEC all’indirizzo: federazione.speleologica.toscana@pec.it improrogabilmente entro le ore 24 del 30 settembre 2016.

Le domande pervenute oltre il termine suddetto o prive della documentazione prescritta non saranno prese in considerazione (non farà fede pertanto la data del timbro postale accettante).

È prevista l’assegnazione di 6 premi:

  1. Tre premi di € 500,00 cadauno, per i migliori candidati che abbiano conseguito la Laurea di Primo Livello;
  2. Tre premi di € 1.500,00 cadauno, per i migliori candidati che abbiano conseguito la Laurea Magistrale (sia in unico che doppio ciclo).

In aggiunta al premio in denaro ciascun vincitore avrà la possibilità di partecipare gratuitamente ad un corso di speleologia organizzato entro l’anno successivo da uno dei gruppi federati FST.

Sul sito www.speleotoscana.it è possibile scaricare il bando di concorso completo e i moduli per partecipare all’iscrizione.

Il bando scade il 30 Settembre 2016

 

ToscoBat e COOP

Written by Lucia. Posted in Ambiente

di Redazione di Talp

Vogliamo portarvi a conoscenza del bell’articolo uscito sul mensile “Informatore COOP Firenze”  del mese di febbraio.

http://www.coopfirenze.it/informatori/notizie/dentro-le-grotte

L’articolo, intitolato Dentro le Grotte, riporta una lunga intervista al responsabile del progetto ToscoBat, Paolo Agnelli, che da tempo porta avanti, con il suo team sui chirotteri del Museo della Specola di Firenze , questa preziosa ricerca. Siamo orgogliosi come speleologi e come FST di essere un valido supporto ai loro importanti studi.

Buona lettura

Speleologi e ricercatori della Specola, foto di P. Agnelli

Premi di Laurea FST “RODOLFO GIANNOTTI” 1° EDIZIONE

Written by Lucia. Posted in Attualità e Cronaca

di Redazione di Talp

Sabato scorso si è svolta la cerimonia di consegna dei premi di laurea FST “RODOLFO GIANNOTTI” I edizione.

Avendo a cuore le problematiche ambientali e l’impegno dei giovani, per la prima volta la Federazione Speleologica Toscana ha deciso, questa scorsa estate, di istituire un concorso per l’assegnazione di premi di laurea.  Il concorso ha avuto il proposito di potenziare la ricerca scientifica collegata al mondo ipogeo e contribuire alla protezione, valorizzazione e tutela del paesaggio carsico di superficie e delle grotte, favorire gli studi di prospezione idrogeologica e protezione delle risorse idriche del sottosuolo ipogeo (con particolare attenzione all’approvvigionamento idrico degli abitati), sostenere gli studi sul patrimonio paleontologico, paletnologico e storico e inerenti il folklore. Nello spirito di valorizzare la crescita professionale ed umana dei candidati, il premio è stato assegnato a laureati e laureate che hanno dimostrato qualità di innovazione nella tesi di laurea ed eccellenza nel percorso degli studi compiuti. La partecipazione al concorso era aperta ai laureati di tutte le Università del territorio nazionale in possesso di laurea di primo livello o magistrale di qualsiasi corso, che avessero svolto una tesi di laurea inerente la ricerca sul territorio carsico e/o ipogeo della regione Toscana. Sono arrivati a vincere il premio di laurea magistrale tre candidati provenienti dalle Università degli Studi di Siena, Ferrara e Milano, portando tesi su argomenti inerenti la Scienza Geologica Applicata, la Paleontologia e la Geofisica.

La cerimonia si è svolta durante la mattina del 19 dicembre, presso l’Auditorium del Museo di Storia Naturale del Mediterraneo di Livorno, in via Roma n. 234. Alla presentazione del presidente della FST Marco Innocenzi sono seguiti i saluti di Franco Utili, uno dei padri fondatori della FST stessa, che ha anche condiviso con la platea alcuni ricordi della vita di Rodolfo Giannotti, illustre speleologo della nostra regione, che nel 1926 fondò il Gruppo Speleologico CAI di Pisa. Dalla voce di una delle due nipoti presenti alla cerimonia, alcuni aneddoti sul loro nonno studioso e speleologo, seguiti infine da alcune riflessioni su Rodolfo, dall’attuale presidente del GS CAi Pisa Roberto Giuntoli, che lo aveva più volte incontrato per discutere di speleologia, chiedere consiglio e pareri.

Di seguito riportiamo alcune foto del momento della premiazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Per offerte, scambi o richieste di attrezzatura...

Visita la sezione annunci

Oppure compila il modulo apposito per inserire il tuo annuncio, verrà pubblicato quanto prima.

Inserisci il tuo annuncio

Galleria Fotografica

_DSC5355 come oggetto avanzato-1 _DSC5355 come oggetto avanzato-1 2009_01_18 - La Tomba (197)_094 galleria