PABE COMUNE DI MASSA 2021

Il Consiglio comunale di Massa, nella seduta del 12 luglio 2021 ha adottato le delibere n.114 e n.115 che contengono i Piani attuativi dei bacini estrattivi di Massa. I Pabe sono lo strumento normativo che organizza e disciplina le attività che per i prossimi dieci anni verranno svolte all’interno dei diversi bacini marmiferi.
Nel Comune i bacini individuati sono nove, ognuno con schede specifiche a seconda di proprie caratteristiche e peculiarità partendo dal primo distinguo, ovvero se rientrano nelle aree contigue al Parco delle Apuane o in quelle prettamente industriali.
In ogni bacino sono indicati i luoghi dove è consentita l’escavazione, quelli soggetti a tutela e conservazione paesaggistica, ai servizi di supporto alle attività estrattive e quelli di riqualificazione paesaggistica dove, ad esempio, si trovano i ravaneti da rimuovere.
Nelle aree estrattive sono inoltre individuate dei punti di ricerca o di “prospezione’ dove non sarà possibile l’escavazione per i prossimi 10 anni ma, appunto, effettuare solo attività di ricerca.
I Pabe indicano i volumi complessivi di marmo estraibili nel prossimo decennio, ovvero 3 milioni e 335 mila metri cubi, che corrispondono a circa 9 milioni di tonnellate.
Al momento sono 17 le cave attive nel territorio di Massa. Con l’approvazione dei Pabe in alcune cave sarà possibile estrarre più materiale rispetto al periodo precedente ed è prevista la riattivazione di sette cave, ciascuna con la possibilità di estrarrere 60mila metri cubi. Sono: Piastramarina, Carpano di Sotto, Mucchietto, Puntello Borre, Cresta degli Amari, Rocchetta Saineto e Capriolo.

Tutti i documenti e studi relativi ai Pabe, finora accessibili solo ai tecnici e ai consiglieri comunali, sono ora disponibili per la libera consultazione degli interessati al link: Documentazione Pabe

Dalla data di pubblicazione degli atti sul Burt – n.30 del 28 Luglio 2021 – scatta formalmente la fase partecipativa del procedimento con la possibilità per tutti gli interessati di presentare OSSERVAZIONI che dovranno pervenire al Protocolo dell’Ente entro il 27 settembre 2021. Le osservazioni dovranno poi essere controdedotte e motivatamente assunte quindi gli atti torneranno in Consiglio per l’approvazione definitiva.

La FST ha presentato le Osservazioni visionabili premendo i seguente link.

Osservazioni FST al Pabe Massa