Esplorazione alla Sorgente Renara: Un Viaggio alla Scoperta dell’Acqua che Beviamo

Ieri si è tenuta la prima delle tre escursioni previste nell’ambito dell’iniziativa “Da dove viene l’acqua che beviamo?“, organizzata dalla Federazione Speleologica Toscana. Un gruppo di 20 partecipanti ha avuto l’opportunità di visitare la suggestiva sorgente Renara, situata nel comune di Massa. L’escursione è stata guidata dagli speleologi volontari appartenenti ai gruppi federati, che con grande competenza e passione hanno risposto alle numerose domande dei partecipanti.

Foto P. Billeri

Durante la visita, gli speleologi hanno illustrato l’importanza degli acquiferi carsici, spiegando come questi sistemi sotterranei complessi e affascinanti siano fondamentali per l’approvvigionamento idrico della nostra regione.La sorgente Renara, incastonata nel cuore delle Alpi Apuane, rappresenta un esempio straordinario di sorgente carsica. Attraverso spiegazioni dettagliate i partecipanti hanno appreso come le acque piovane si infiltrino nel sottosuolo, percorrano lunghe distanze attraverso le fratture della roccia calcarea e riemergano in queste sorgenti. Non solo, hanno avuto modo anche di capire qiali sono le iniziative che la FST mette in atto per studiare, comprendere e proteggere gli acquiferi carsici come ad esempio i test di tracciamento.

L’iniziativa “Da dove viene l’acqua che beviamo?” ha lo scopo di sensibilizzare la popolazione sull’importanza della tutela degli acquiferi carsici. Queste riserve idriche sono infatti preziose e vulnerabili, minacciate da inquinamento e cambiamenti climatici. Preservarle è essenziale per garantire acqua pulita e sicura alle generazioni future.

Prossimi Appuntamenti

La serie di escursioni proseguirà con altre due tappe imperdibili:-

  • 21 luglio: Visita alla sorgente del Frigido
  • 25 agosto: Esplorazione alle sorgenti di Equi Terme

Ogni escursione offrirà ai partecipanti l’opportunità di scoprire nuove sorgenti carsiche, approfondendo la conoscenza degli acquiferi e delle dinamiche idrologiche delle Alpi Apuane.

Invitiamo tutti gli interessati a partecipare a queste giornate di scoperta e apprendimento, contribuendo così alla salvaguardia del nostro prezioso patrimonio idrico. Per maggiori informazioni e per iscriversi alle prossime escursioni: info@speleotoscana.it

Foto P. Billeri